Benvenuto su Genoadomani
1825473
visitatori
(sito attivo dal
31 Agosto 2004)

In questo momento ci sono 11 visitatori e 2 utenti registrati
Totale utenti registrati: 752
· ritorno al futuro
· la redazione
· torna alla homepage
· cerca nel sito:
a proposito di...Pensieri in libertà
13/09/2006

Tutti i vostri post sono ora riuniti in un unico contenitore e sono raggruppati per data, tramite gli appositi tasti sarà facile navigare fra i post.

Novità anche per l'inserimento che ora permette una semplice formattazione e la cancellazione dei propri post.

Se avete altri suggerimenti potete scriverci come al solito all'indirizzo admin@genoadomani.it

la redazione



Questo articolo è stato visualizzato 1131996 volte

 
"Pensieri in libertà" | 94499 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Stai visualizzando i commenti del giorno 23/06/2018


indovina qual è il cane...
di nembokid55 il 23/06/2018 08.57




Scherzi a parte, vederlo col cane me lo rende più simpatico :-)))



Diego Simeone
di nembokid55 il 23/06/2018 08.48

Simeone tuona contro l’Argentina: “c’è anarchia e Messi non è CR7…”

Simeone non le manda a dire alla sua Argentina dopo il flop di ieri contro la Croazia, il tecnico dell’Atletico Madrid con parole al vetriolo.
La sconfitta 3-0 dell’Argentina contro la Croazia “è il risultato di quattro anni di anarchia della nazionale. Nessuna guida al timone, dalla federazione all’allenatore, è una barca allo sbando”. Sono le parole attribuite all’allenatore argentino dell’Atletico Madrid, Diego Simeone, frutto di un messaggio vocale inviato al suo vice, German Burgos, un audio via Whatsapp diffuso dai media spagnoli e sudamericani. “La squadra sta male, ma siamo l’Argentina, credo che ce la faremo a passare comunque -prosegue la sua disamina il ‘Cholo’- ora dipende dall’Islanda, non deve vincere nessuna delle altre due partite. Penso che la Nigeria batterà l’Islanda e noi superando la Nigeria dovremmo farcela, a meno che l’Islanda non batta la Croazia. Nello spogliatoio si staranno aggrappando a questo, ma ora serve combattere, tirar fuori gli attributi”. Infine la ‘stoccata’ a Lionel Messi: “È molto forte, ma lo è perché gioca con calciatori straordinari al Barcellona. In una squadra normale, se dovessi scegliere tra Messi e Ronaldo, chi prenderesti?”. (Int/AdnKronos)

************

Direi che su Messi la pensiamo allo stesso modo...





Per informazioni potete contattare l'indirizzo e-mail admin@genoadomani.it