Benvenuto su Genoadomani
1742242
visitatori
(sito attivo dal
31 Agosto 2004)

In questo momento ci sono 14 visitatori e 5 utenti registrati
Totale utenti registrati: 752
· ritorno al futuro
· la redazione
· torna alla homepage
· cerca nel sito:
a proposito di...Pensieri in libertà
13/09/2006

Tutti i vostri post sono ora riuniti in un unico contenitore e sono raggruppati per data, tramite gli appositi tasti sarà facile navigare fra i post.

Novità anche per l'inserimento che ora permette una semplice formattazione e la cancellazione dei propri post.

Se avete altri suggerimenti potete scriverci come al solito all'indirizzo admin@genoadomani.it

la redazione



Questo articolo è stato visualizzato 1113590 volte

 
"Pensieri in libertà" | 93458 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Stai visualizzando i commenti del giorno 23/02/2018


[Nessun Soggetto]
di nembokid55 il 23/02/2018 18.27

Freddo nei canili di Genova: alla ricerca di vecchi maglioni e coperte


Il 27 febbraio sarà il giorno più freddo dell’inverno al Nord, con i valori massimi che non andranno oltre lo zero su molte zone. Ma già in questi giorni Genova non è stata risparmiata dal gelo e nei canili della Superba c’è bisogno di coperte e maglioni.

L’appello arriva sia dal Monte Contessa che dall’associazione Buoncanile per gli ospiti del rifugio “Dogsville”.

In particolare i volontari del canile municipale si stanno dando da fare per raccogliere coperte, asciugamani e maglioni, ovvero indumenti caldi che possono essere utilizzati nei box. il numero da contattare per chi vuole dare una mano e soprattutto dare fondo al proprio armadio è: 0106500617. L’indirizzo del Monte Contessa è via Rollino 92 per chi vuole recarsi personalmente.

A Buoncanile si cercano anche donazioni per l’acquisto di sacchi di pellet: «Costa appena 5 euro - spiegano su Facebook le tre educatrici cinofile che si occupano del centro - Aiutateci portandoci qualche sacco direttamente al Parco Canile Dogsville - Rifugio e Pensione per Cani oppure andando dal nostro rifornitore Ecolegna Srl (via Struppa 112 rosso, Genova): potrete acquistare lì i sacchi e poi ci pensiamo noi a ritirarli personalmente».



IERI SERA
di Giuanbrera1957 il 23/02/2018 16.32

sinceramente speravo che l'Atalanta passasse il turno. Forse incosciamente, mi sono un po' immedisamato nel vedere indossata da loro un'altra maglia tanto che ad un certo punto mio figlio che guardava la partita in modo piu' equilibrato, alla mia imprecazione al goal mancato dal Papu Gomez, e' sbottato dicendomi:piantala un po' ti stai agitando come quando gioca il GENOA. Al contrario guardando la ROMA non mi si e' drizzato un pelo, non me ne importava niente che vincesse o perdesse, tanto per fare un altro esempio.



di RABAX il 23/02/2018 14.27
di Keithrichards58 il 23/02/2018 14.55

certo, non siamo tutti uguali. personalmente, come altri, amo talmente il calcio che continuo a guardare centinaia di partite di calcio all' anno. preferibilmente di squadre, italiane e internazionali, dalle quali ragionevolmente c'è da attendersi uno spettacolo gradevole. hanno fatto eccezione l' anno solare 2017 e questo primo scorcio di 2018, che mi hanno visto spesso spettatore coinvolto di partite di rivali salvezza. ricordo in particolare, nello scorso campionato, mie esultanze scomposte per gol, giustappunto, dell' Atalanta (Cristante) e della doria (Quagliarella) a Palermo, e non sono, soprattutto il secondo, bei ricordi. bene, quindi, che per il prosieguo di questo campionato le partite delle pericolanti non riguardano più il Genoa. partite dell' Atalanta ne guardo tante non solo perché sono legato a Gasperini, ma perché non sempre, ma spesso, giocano un gran calcio e sono divertenti. della doria qualche partita a inizio campionato la guardo sempre, per cercare di farmi un' idea della consistenza del nemico. oppure quando so che per loro è una partita importante e mi 'sento' la gufata in canna. in questo senso i miei due capolavori, in coppia col mio amico Maurizio, che Franci conosce (è il nipote di Mario Tosi che ogni tanto ci ha sfamato:)))), sono stati Berna 1989 e Wembley 1992.



Io faccio outing e confesso.
di RABAX il 23/02/2018 14.27
http://RABAX

Non guardo mai altre partite di calcio diverse da quelle in cui è impegnato il Genoa, già detto che, giusto o sbagliato che sia, non mi intrigano più.
Faccio solo un'eccezione per la Dea e le rumente, che guardo se e quando gli orari me lo consentono comodo.
La Dea, inutile negarlo, per la simpatia e la riconoscenza per il Gasp, che comunque è oramai un discorso chiuso (immagino che lascerebbe l'Atalanta solo per una offerta di quelle a cui non si può dire no) e se vince (ovviamente Genoa escluso) mi fa piacere per lui
Opposti i motivi per gli altri.
Chiaro che la partecipazione emotiva rispetto alle gare del Grifo sia in un caso che nell'altro è veramente altra.
Non voglio contraddire nessuno, ma credo che sia plausibile "occupare" ogni tanto, per loro qualche paginetta di Genoadomani, cosa che a mio avviso si giustifica sia per la rivalità cittadina sia per quello che il Gasp ha rappresentato per la stragrande maggioranza dei tifosi genoani.
Detto questo che non veda l'ora che arrivi la partita con il Bologna (altra squadra Gianni con cui la tradizione, almeno recente, è abbastanza favorevole) è una verità inconfutabile che supera tutto il resto.
Alè!



EL
di harrypotter il 23/02/2018 13.33

ne ho visto solo un pezzo, ero da Giannino e Londra Brucia a parlare di Preziosi : )))))

ieri l'atalanta ha sbagliato troppo ricordo almeno due gol sbagliati malamente e con una squadra abituata a giocare in europa, troppo ghiotta l'occasione. Non ho visto il loro gol e quindi non so che tipo di errore abbia fatto il portiere

penso che per una "piccola" (come potrebbe essere il Genoa) giostrarsi su tre fronti sia praticamente impossibile, ma sono d'accordo con Keith, quanto avrei voluto essere al loro posto!! (al di là delle polemiche sulla licenza, io spero che il prossimo campionato sia quello giusto mi piace la squadra che stanno già allestendo, per me praticamente già fatta)

qualcuno mi ha detto che il Gasp ha forse tardato con i cambi, e personalmente penso che anche le condizioni climatiche abbiano penalizzato l'atalanta; a me spiace che siano usciti anche se la loro tifoseria non mi piace e che i commenti dei Genoani se eventualmente fossero passati, mi avrebbero fatto venire l'orticaria

Monica

ps Chicco io penso che il problema non sia parlare dell'atalanta ma dell'uso strumentale che molti Genoani ne fanno. Io per prima in questo campionato ho sbroccato quando dopo una vittoria del Genoa molti lo menavano con l'atalanta e Gasperini, l'ho trovato allucinante e fuori luogo



la pianto lì...
di nembokid55 il 23/02/2018 13.20

perché quando non c'è verso di intendersi, magari per colpa mia, ritengo inutile continuare.



mi ripeto
di Franci il 23/02/2018 13.13

ho parlato in generale: non mi sono rivolto a te
E' Genoadomani ma pareri, discorsi, commenti su argomenti di calcio che non riguardino direttamente il Genoa sono all'ordine del giorno e sono pure ben accetti e stimolo per avviare una discussione.
Che si parli dell'Atalanta, in questo momento storico, per motivi esclusivamente calcistici e diversi da quelli legati all'allenatore non ci credo. Può essere che sbagli o che non sia così per te però è un dato di fatto che provarsi a negare è impresa. Ed ho commentsto questo, in generale.
Già che ci siamo, ne approfitto per esprimere una considerazione che non è da oggi che mi frulla in testa.
Quando qualcuno tocca un argomento specifico, sia legato al Genoa o al calcio in generale, sotto forma di critica, ABBIAMO - e scrivo in maiuscolo perchè ci cadiamo tutti, io per primo, e con questo intervento spero di dare il via al rigetto almeno da parte mia - l'abitudine di specificare subito che "io no, io no". Lo trovo infantile: "Qualcuno ruba la marmellata..." Franci (come tutti gli altri) subito: "ah, io non sono!"
ma chi ca@@o ha detto che Franci ruba la marmellata? C'è qualcuno che la ruba, dato di fatto. Stop.
Quindi, d'ora innanzi, come Franci spero di riuscire ad industriarmi per non rispondere "io no" ma di rispondere esponendo la mia opinione e magari, nel contesto, infilarci la sottolineatura che quella cosa non mi riguarda.
Così come spero che questa non venga presa come un parlare dalla cattedra ma per quello che è, e cioè una espressione di sentimenti e la manifestazione di un proposito mio per non cadere più in quello che ritengo un malvezzo, nel quale - ribadisco - mi sono molto distinto.



o...
di nembokid55 il 23/02/2018 12.50

più propriamente, Real mañana o Chelsea tomorrow



Franci
di nembokid55 il 23/02/2018 12.48

riperdonami, io parlo per me.
Perché nei giorni scorsi non mi hai detto che questo non è la pared del Real o the wall of Chelsea ?



di Franci il 23/02/2018 11.16
di Keithrichards58 il 23/02/2018 11.24

c' è gente che da altre parti non scrive più, anche per come vengono trattati certi argomenti, e mi sa che qualcuno lo conosci:)))



di Franci il 23/02/2018 10.58
di Keithrichards58 il 23/02/2018 11.21

d' accordissimo sul fatto che l' Atalanta sia stata castigata dagli errori individuali, non solo all' andata (Toloi) ma anche al ritorno (gol del 2-0 mancato, Berisha). sono cose che capitano nel calcio (e non solo, anche, per esempio, nel tennis) quando incontro un avversario più forte, con più qualità e molta più dimestichezza a giocare un certo tipo di match, sia a livello di club che individuale (ieri, tanto per dire, nel secondo tempo dietro a Batshuayi c' erano Reus, Schurrle e Goetze). capita spesso che tu, giocando al massimo, sfiori l' impresa, ma passa l' avversario. chi, davvero, ha buttato la qualificazione è, invece, il Napoli, molto più forte dell' Atalanta, giocando all'andata una partita indegna contro un avversario meno forte e molto meno esperto del Borussia Dortmund.



sta di fatto che alle h. 11,15
di Franci il 23/02/2018 11.20

su Genoadomani appaiono sette commenti riferibili in un modo o nell'altro all'Atalanta
Il succo del mio intervento, a parte due considerazioni volanti calcistiche, mirava ad evidenziare questo: siamo su Genoadomani o "Pota (e taragna) domani e sempre"? :-)))



perdonami tu ma...
di Franci il 23/02/2018 11.16

mica ho titolato "nembo"...
qui ne avete parlato giuanbrera, RABAX, keith e tu, sia pure solo un accenno, lo ammetto.
Da altre parti ci si è fatta notte e poi la zuppetta a colazione :-)



Franci
di nembokid55 il 23/02/2018 11.05

perdonami, ma io non ho commentato la partita dell'Atalanta perché in panchina c'è Gasperini, l'ho fatto perché sono solito commentare le partite che vedo e non quelle che immagino.
Prova ne sia il fatto che nei giorni scorsi ho commentato Real Madrid-PSG e Chelsea-Barça.



brevemente (più o meno)
di Franci il 23/02/2018 10.58

perchè comunque è pur sempre calcio e perchè parlare dell'Atalanta mi infastidisce dal momento che ci se ne occupa "TROPPISSIMO" per ragioni ben note quando invece dovrebbe fregarcene almeno quanto tutte quelle altre squadre per le quali nulla meglio di quel che dice Dante - non ragioniam di lor ma guarda e passa - è il commento più appropriato. Rafforzato dalla circostanza che non ricordo, ad esempio, aver letto un commento sul Napoli che ha sfiorato l'impresa.
Premesso che non ho visto la partita ma solo le immagini del gol tedesco,
- quella palla la intercetta e tiene qualunque portiere, non solo Perin
- l'Atalanta la qualificazione l'ha buttata all'andata. Una delle tante regole non scritte del calcio: se durante il primo tempo di una qualunque partita domini ma non riesci a segnare, nella ripresa paghi dazio; in questo tipo di competizioni con andata e ritorno, se nella prima hai la partita in pugno (come l'aveva l'Atalanta a Dortmund) e non solo non colpisci e affondi l'avversario ma addirittura gli regali il pari che è la scorciatoia per subire poi persino la sconfitta, le sorti della contesa sono segnate.
Tiro in ballo come Ispettore un "noto" del Muro per dire che all'Atalanta, quando molti ne pronosticavano il passaggio del turno perchè "basta solo un gol", aveva attribuito il 35% di possibilità. Nel mio piccolo ero assolutamente d'accordo.



di Giuanbrera1957 il 23/02/2018 08.37
di Keithrichards58 il 23/02/2018 10.48

secondo me l' Atalanta è stata parecchio sfigata a beccare il Borussia Dortmund ai sedicesimi. sono curioso di vedere chi lo ferma, adesso, il Borussia Dortmund.



Rabax
di nembokid55 il 23/02/2018 09.49

Perin quella palla l'avrebbe tenuta tranquillamente.
Purtroppo non posso dire che l'occasione di Gomez, Lapadula l'avrebbe sfruttata...



Non ho visto la partita di andata
di RABAX il 23/02/2018 09.34
http://RABAX

Ma l'epilogo simile, a proposito per quello di Berisha non lo vedo come un errore ma piuttosto più come sfiga, mi porta a pensare che sia passata la squadra più meritevole, la più tenace, la più esperta e matura e con maggiore esperienza internazionale.
Intendiamoci gli episodi (errori in difesa all'andata, gol mangiati al ritorno, ecc.) avrebbero forse potuto cambiare le sorti della contesa, ma, ripeto, per arrivare in alto in queste competizioni la Dea deve ancora migliorare e crescere sia come organico che come mentalità.
Sia chiaro per chiudere, onore ai vinti ed il consueto bravo al Gasp, forse, però, in questa occasione un po' troppo nervoso, nervosismo che potrebbe aver trasmesso ai suoi, anche se, da uomo esperto di calcio, probabilmente, se la sentiva colare.
Come si dice sarà per un'altra volta.
Ultima notazione, straordinaria la tenuta del campo di gioco in condizioni tanto avverse.



ATALANTA
di Giuanbrera1957 il 23/02/2018 08.37

ha fatto una gran partita meritava di passare nell'arco delle due gare. Pero' gli errori dei singoli li hanno castigati oltre misura. Dopo il goal fallito da Papu Gomez a dieci dalla fine ero sicuro che l'avrebbero pagata. Il calcio non perdona. Impressionato da CRISTANTE.





Per informazioni potete contattare l'indirizzo e-mail admin@genoadomani.it