Benvenuto su Genoadomani
1617632
visitatori
(sito attivo dal
31 Agosto 2004)

In questo momento ci sono 17 visitatori e 2 utenti registrati
Totale utenti registrati: 747
· ritorno al futuro
· la redazione
· torna alla homepage
· cerca nel sito:
il Grifone in campoChe delusione!
15/01/2017

CAGLIARI  CALCIO     4    (pt. 28' Simeone)

GENOA CFC                 1    (pt. 40' Borriello, 44' Joao Pedro; st. 15' Borriello, 19' Farias)

Un Genoa senza centrocampo e soprattutto senza personalità è travolto da un buon Cagliari, ma tutt'altro che trascendendale e senza il sostegno del tifo della sua gradinata, chiusa per squalifica dopo le intemperanze dell'ultima volta. Una partita da dimenticare, peggio che peggio siamo oramai alla quarta sconfitta consecutiva e comincia a sorgere il dubbio che non ci siano idee chiare, ne in Società ne sul campo. Ora è indispensabile si diano un po' tutti una mossa.

Cagliari-Genoa

 


Noi la vittoria avremmo voluto dedicarla a Mattia Perin, loro la dedicano a Federico Melchiorri, che dire auguri.

Il Genoa che scende al S.Elia falcidiato dalle cessioni e dagli infortuni naufraga miseramente su di un campo tradizionalmente avverso, ma questa volta contro una squadra tutt'altro che irresistibile, denotando una discreta condizione atletica, ma un tasso di personalità oramai ridotto ai minimi termini.

Unica nota parzialmente positiva il discreto inserimento di Cataldi, subito al debutto, che però rischia di perdersi in un centro campo apparso privo di un minimo di organizzazione.

Con il senno di poi è apparsa non troppo felice  anche la scelta di lasciare fuori Lazovic, vista la facilità di penetrazione e la debolezza dei sardi nella fascia sinistra .

Negativa, purtroppo, la prova di Cofie, apparso inadeguato, anche agli occhi di chi, come il sottoscritto, non lo aveva bocciato dopo la gara con la Roma, anche lento, oltre che abbastanza spaesato, secondo alcuni la partita non era stata preparata in modo adeguato e gli stessi giocatori in alcuni tratti davano l'impressione d'essere insicuri.

Spiace dirlo, ma ha lasciato non poco a desiderare anche la prova di Lamanna , francamente imbarazzante il secondo gol di Borriello, probabilmente oramai era frastornato pure lui.

Sono davvero sconcertanti le trasformazioni di questa squadra che tanto disinvoltamente passa dagli altari (Milan e Juve) alla polvere (Palermo e Cagliari).

Ovvio che ci ha messo del suo anche il Prez con le solite stravolgenti manovre sul mercato di riparazione alle quali negli anni scorsi, oramai abituato, ci metteva una pezza il precedente allenatore, speriamo che anche Juric ci si raccapezzi e non perda, invece, la tramontana e finisca in confusione pure lui.

Un minimo di cronaca.

Tegola per il Cagliari che poco prima del via deve rinunciare a Di Gennaro che si fa male nel riscaldamento, lo sostituisce una nostra vecchia conoscenza: Tachtsidis.

Le cose si mettono presto male per il Cagliari perchè segna il Genoa con Simeone, una bella azione lineare che sfrutta le debolezze iniziali dei sardi nella fasce sinistra ed il suo solito pregevole inserimento nell'area piccola per concludere di testa a rete.

Per quasi tutto il primo tempo il Genoa controlla un Cagliari tutt'altro che irresistibile, poi entra in scena Boriello, un ex che noi castiga sempre, segna e fa segnare.

Dapprima è il più lesto ad arrivare su tiro di Tachtsidis, altro ex, respinto da Lamanna, quindi, poco prima dell’intervallo, s'inventa una girata di testa che sbatte sulla traversa e da lì nasce una carambola che porta al fortunoso sorpasso di Joao Pedro (pallone che gli picchia, a sua insaputa, su una gamba e finisce in rete).

Vista la pochezza, in effetti, dimostrata dal Cagliari nella prima frazione di gioco ci si aspett, almeno si spera nel controsorpasso, invece, ad attaccare è il Cagliari, come se non si fosse ancora reso conto di essere in vantaggio.

Impietriti si è allora costretti ad assistere ad una specie di tirassegno.

Segna Borriello, Farias prende una traversa e poi arriva il poker su rigore.

Nemmeno con l’uomo in più (rosso a Capuano) il Genoa si scuote e la gara viene archiviata con un malinconico  4 a 1.

E adesso?

Speriamo bene.

Il Tabellino.

CAGLIARI : Rafael, Isla, Ceppitelli, Capuano, Murru, Dessena, Tachtsidis, Barella (38' st Munari), Joao Pedro (35' st Salamon), Borriello, Farias (30' st Sau) (All. Rastelli, Gabriel, Colombo, Bittante, Pisacane, Giannetti)
Lamanna, Izzo, Burdisso, Muñoz, Edenilson, Cataldi, Cofie (13' st Ninkovic), Laxalt (30' st Lazovic), Rigoni, Ocampos (20' st Pinilla), Simeone (All. Juric, Zima, Rubinho, Gentiletti, Orban, Ntcham, Morosini, Beghetto, Brivio, Pandev)
Arbitro: Fabbri di Ravenna - Corner: 3-14 - Recupero: 2' e 3' - Spett: 10.000

Giancarlo Rabacchi

PS. Per le foto si ringrazia il Secolo XIX 



Questo articolo è stato visualizzato 78 volte

 
"Che delusione!" | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Stai visualizzando i commenti del giorno //




Per informazioni potete contattare l'indirizzo e-mail admin@genoadomani.it