Benvenuto su Genoadomani
1685957
visitatori
(sito attivo dal
31 Agosto 2004)

In questo momento ci sono 14 visitatori e 0 utenti registrati
Totale utenti registrati: 752
· ritorno al futuro
· la redazione
· torna alla homepage
· cerca nel sito:
il Grifone in campoI cambi fanno la differenza
29/01/2017

 

FIORENTINA - GENOA  3 - 3

Dopo il pareggio con il Crotone la squadra di Juric cerca di passare indenne al Franchi, cercando di porre rimedio ai problemi di organico dovuti agli infortuni e al modo autolesionistico di svolgere il calcio mercato.

Il Genoa si schiera, in difesa con Munoz, Burdisso e Orban, inserisce alla mediana del campo Izzo accanto a Cofie e agli esterni di centrocampo i soliti Lazovic e Laxalt, dietro le punte inserisce il neo acquisto Hiljemark, le punte Simeone e Pinilla.

La Fiorentina vuole raggiungere la zona Europa League e si dispone con la formazione tipo inserendo dall’inizio Ilicic e M.Olivera per scelta tecnica e Sportiello al posto di Tatarusanu per infortunio.

 


Inizia la partita e i viola fanno girare il pallone occupando spesso la metà campo del Genoa senza rendersi pericolosi. Il Genoa fatica, come in tutte le ultime cinque partite, a creare gioco e subisce il palleggio dei talentuosi calciatori guidati da Borja Valero. Il Genoa, come spesso succede in questi ultimi tempi, va in svantaggio al 17’, grazie a Ilicic che fa un tiro-cross di sinistro che beffa un indeciso Lamanna, complice anche un'indecisione di Munoz. Il Genoa non riesce a reagire né a ripartire, la Fiorentina controlla agevolmente il primo tempo e il Genoa rischia pure il 2-0 al minuto quarantuno, quando Chiesa fa tremare la traversa di destro.

Nel secondo tempo i viola trovano dopo una manciata di minuti con Chiesa il 2-0, il gol è segnato con un destro all'angolino dopo aver saltato Izzo.  La Fiorentina si rilassa e il Genoa rientra in gara quando esce Pinilla per Pandev, che contribuisce ad aprire la difesa della viola. Al minuto 57’ Simeone salta Sportiello e riporta in partita il Genoa 1-2, dopo 2’ minuti Simeone si trasforma in uomo assist e crossa in area viola, Taraabt tira e segna, anche se il gol è assegnato a Hiljemark per una leggera deviazione. Adesso la partita è più equilibrata, ma il Genoa patisce la solita amnesia e il pari dura solo 3’, dopo un’azione insistita sulla fascia sinistra dei viola, la sfera arriva a Kalinic che tira incrociando sulla sinistra i Lamanna e i viola tornano in vantaggio. Sembra fatta, a questo punto, anche perché la replica del Genoa è confusa e poco determinata, però nel finale arriva il fallo col braccio di Bernardeschi (espulso nell'occasione), che evita provvisoriamente il 3-3 e concede il rigore di Simeone, implacabile dagli 11 metri. Juric evita il decimo k.o. in campionato e sale a 25 punti, ma dietro i rossoblù ci sono solamente cinque squadre.

Spero che Juric abbia capito chi deve far giocare, in questa partita si notato che oltre a correre devi saper passare il pallone. Adesso i centrocampisti ci sono si spera che non inserisca per un po’ Cofie per non bruciarlo definitivamente.

Aspettiamo con impazienza la vittoria che manca dal 27 novembre 2016.

Massimo Burlando

Fiorentina (3-4-2-1): Sportiello; Sanchez, De Maio, Astori; Chiesa (42' st Diks), Vecino, Badelj (15' st Bernardeschi), M. Olivera; B. Valero, Ilicic (26' st Cristoforo); Kalinic.
A disp.: Cerofolini, Satalino, Tomovic, Milic, Toledo, Tello, Salcedo, Hagi, Babacar.
All.: P. Sousa
Genoa (3-4-1-2):
Lamanna; Munoz, Burdisso, Orban; Lazovic, Izzo, Cofie (32' Taraabt), Laxalt; Hiljemark (34' st Ntcham); Simeone, Pinilla (7' st Pandev).
A disp.: Zima, Rubinho, Edenilson, Gentiletti, Beghetto, Morosini, Tazzer, Quaini, Ninkovic. All.: Juric
Arbitro:
Orsato
Marcatori: 17' Ilicic (F), 5' st Chiesa (F), 12' st e 41' st rig. Simeone (G), 14' st Hiljemark (G), 17' st Kalinic (F)

Ammoniti:
Cofie, Burdisso, Simeone, Laxalt (G); Badelj, M. Olivera, Astori (F)
Espulsi: 
Bernardeschi (F) al 40' st per fallo di mano sulla linea di porta

 



Questo articolo è stato visualizzato 151 volte

 
"I cambi fanno la differenza" | 2 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Stai visualizzando i commenti del giorno 01/02/2017


Non per difendere
di RABAX il 01/02/2017 15.07
http://RABAX

il mio "protetto" Munoz, che peraltro riconosco essere meno brillante che non all'inizio, ma quella, poche storie, era una pallaccia.
Se la prende di testa temo che, più che corner, fosse possibile una bella autorete, forse è per questo che si è ritratto, ingannando Lamanna.
Non sembrerebbe, dunque, il caso d'essere troppo severi con entrambi.





Per informazioni potete contattare l'indirizzo e-mail admin@genoadomani.it