Benvenuto su Genoadomani
1876677
visitatori
(sito attivo dal
31 Agosto 2004)

In questo momento ci sono 23 visitatori e 0 utenti registrati
Totale utenti registrati: 752
· ritorno al futuro
· la redazione
· torna alla homepage
· cerca nel sito:
il Grifone in campoIl vecchio e il più vecchio
09/12/2017



XVI giornata
Martedì 12 dicembre 2017, ore 19

GENOA C.F.C.   -   ATALANTA BERGAMASCA C.          1-2


4’ I t. Bertolacci
45’ I t. Ilìcic (con conferma da radio segreta)
7’ II t. Masiello


GENOA :
Perin (cap.); Izzo, Spolli, Zukanovič; Rosi, Rigoni (39' II t. Ricci), Bertolacci, Veloso, Laxalt (22' II t. Lapadula); Pandev (32' II t. Omeonga), Taarabt.
ATALANTA : Berisha; Toloi (5' II t. Palomino), Caldara, Masiello; Hateboer, Cristante, Freuler, Spinazzola; Gomez (cap.), Ilìcic (27' II t. Cornelius); Petagna (9' II t. De Roon).
Arbitro : D.Doveri da Volterra / Roma
Ammoniti :
Masiello, Izzo, De Roon, Pandev.
Divise : Genoa tradizionale, Atalanta ololeuco.
Note : Gomez sceglie la porta sud.
Gasperini all’entrata è applaudito da settori centrali, non dalla Gradinata Nord, che poi ripetutamente fischia gli attacchi della squadra di Bergamo.
Pomeriggio bigio.
Manto erboso non uniforme.





Questo articolo è stato visualizzato 127 volte

 
"Il vecchio e il più vecchio" | 2 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Stai visualizzando i commenti del giorno 13/12/2017


Gasperini
di nembokid55 il 13/12/2017 13.42

In Nord superiore, perlomeno nella zona dove ero io, all'ingresso in campo è stato applaudito, altrove non so...



Costretti a contare su Lapadula? probabilmente.
di RABAX il 13/12/2017 13.10
http://RABAX

Come consuetudine, il pubblico genoano, più che eleggere tra i giocatori un suo beniamino, di solito annualmente ne sceglie uno, invece, da tartassare.
Certo non tra quelli che si stanno coprendo di gloria, ma hai lui, al capro espiatorio designato non si perdona niente, magari anche le volte che c'entra come i cavoli a merenda.
Da ragazzo ricordo i tartassamenti impietosi per Perotti, non l'argentino approdato da noi di recente e poi presto "ito", anche Onorati, una volta addirittura insultato per un presunto erroraccio, in effetti, fatto da un altro che, nel frattempo, lo aveva sostituito.
Chi sbraitava era persona, evidentemente, un po' fuori di mela alla quale, con la cautela del caso, in allora non potei fare a meno di far presente..."scusi ma veramente Onorati è stato sostituito già da un quarto d'ora.
Fatta questa premessa senza troppe pretese sui vizi e le virtù del tifo rossoblù, intendiamoci pure io ho le mie fisime, magari mi affeziono e sovrastimo giocatori che, in effetti, non lo meriterebbero più di tanto, diciamo buonismo, se volete, deteriore, ma da piccolo sono cresciuto nell'azione cattolica, cominciato come fiamma bianca e qualcosa, evidentemente, è rimasto.
Quest'anno l'impressione è che l'oscar del caso stia toccando a Lapadula.
Intendiamoci lui, sinora, sta anche facendo non poco per guadagnarsi quella candidatura, però, non solo per buonismo, mi permetterei suggerire di non precipitare le cose.
Intanto mi chiedo se non da Lapadula, da chi possiamo, ragionevolmente, aspettarci, non dico valanghe, ma almeno quei 10 - 12 gol, probabilmente, indispensabili per salvarci la ghirba?
Peraltro quest'anno, visto come siamo messi, lasciamo perdere, almeno adesso, per colpa di chi, sarà lotta dura sino al termine.
Giusto per aggiungere qualche considerazione per provare a renderci bene conto della situazione, non trascurerei che:
- Lapadula in Serie B ha fatto caterve di gol e chi è bravo a farli nelle serie minori in genere si ripete anche sopra (vedi Immobile, Pavoletti, ecc.);
- il ragazzo è arrivato con seri problemi ai piedi a causa dei quali è stato costretto a perdere tutta la preparazione estiva ed ha poi subito un ulteriore infortunio muscolare.
Bene, anzi male è evidente che tutti questi guai ne stanno condizionando il rendimento e ne allungano i tempi per raggiungere la condizione migliore (tra parentesi ieri sera i gol li hanno sbagliati gli altri...).
Alternative?
Rossi? Speriamo, intanto non è una prima punta e poi anche lui è una bella scommessa.
Alcuni parlano di prendere sul mercato una punta da oltre 10 gol, magari.
Facile a dirsi, ma non la vedo così semplice, specie se non arriveranno rinforzi alla casse sociali dopo il fatidico 15 p.v.
A proposito sentiti proprio ieri sera alcuni accreditati giornalisti, credo che i tempi dovrebbero essere ancora lunghi (anche se la sensazione è stata che anche loro non avessero notizie di prima mano, in questi casi, anche se non godono di buona fama presso i genoani, i fari spenti farebbero almeno sperare che sotto sotto...
Se e quando ci sono di mezzo i giornali e le fughe di notizie con i soliti polveroni, più spesso sfuma tutto e non si concretizza niente.
Partendo comunque dalla situazione minimale dell'invarianza delle situazioni societarie, è prevedibile che le ridotte risorse disponibili (ammesso e non concesso ce ne siano) saranno utilizzate piuttosto per il famoso sostituto di Rincon.
Conclusione, come già accennato, è che un Lapadula appena decente temo finirà per essere necessario, oserei quasi dire anche indispensabile.
Dunque a mente fredda, anziché continuare con il mobbing, riterrei preferibile pazientare e sostenere l'allenatore ed il giocatore in questa lenta e non facile operazione di recupero della sua migliore condizione, proprio perché, come da titolo, per i gol siamo costretti a dover contare su di lui, su chi altri se no?





Per informazioni potete contattare l'indirizzo e-mail admin@genoadomani.it