Benvenuto su Genoadomani
9066704
visitatori
(sito attivo dal
31 Agosto 2004)

In questo momento ci sono 56 visitatori e 0 utenti registrati
Totale utenti registrati: 760
· ritorno al futuro
· la redazione
· torna alla homepage
· cerca nel sito:
il Grifone in campoLe pagelle di Parma - GENOA
11/02/2013

 

MIGLIORI:
PORTANOVA 7: La sua esperienza e calma al centro della difesa è determinante.
MATUZALEM 7: Metronomo preciso e puntuale a centrocampo.
 
 

SUFFICIENZE:
FREY 6: Un solo vero intervento nella ripresa su Amauri e tanto basta.
PISANO 6: Reattivo e propositivo.
GRANQVIST 6: Un paio di erroracci nel primo tempo, ma irreprensibile nella ripresa.
MANFREDINI 6,5: Sempre affidabile.
BERTOLACCI 6,5: Il più pericoloso davanti, anche con due pali.
BORRIELLO 6,5: Lotta e fa a sportellate con tutti.

INSUFFICIENZE:
KUCKA 5: Stranamente impacciato.
RIGONI 5: Lo si vede proprio poco.
ANTONELLI 5,5,: Tende ad annullarsi con Biabiany.

SOSTITUZIONI:
VARGAS 5: Fuori condizione e non entra in partita.
IMMOBOLE-OLIVERA s.v..

sipa



Questo articolo è stato visualizzato 545 volte

 
"Le pagelle di Parma - GENOA" | 2 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Stai visualizzando i commenti del giorno 11/02/2013


i voti
di marioepifani il 11/02/2013 20.04

 

Secondo me Bertolacci meritava un bel 7 e le insufficienze in generale sono ingenerose (in particolare, Antonelli, che a mio avviso è stato almeno da 6,5)

 



Come l'ho vista io
di Franci il 11/02/2013 14.53

per dirla alla Rino Tommasi, il mio personale cartellino questa volta annota parecchie discrepanze con le pagelle del sito.

Mezzo voto in più a Pisano, che mi sta piacevolmente facendo ricredere perchè - se non l'ho detto allora, lo dico adesso - il suo acquisto non mi aveva per niente convinto.
E mezzo voto in più sicuramente a Bertolacci. Per la prestazione complessiva e non solo per i pali. Sono peraltro sicuro che se almeno uno dei due fosse entrato, il suo voto sarebbe certamente stato più alto. Detto in tutta sincerità, rifuggo in genere dal farmi condizionare nel giudizio dal fatto di aver o meno segnato: pochi centimetri non possono determinare, ripeto, per come la vedo, mezzo voto in più o in meno. Tendo a premiare il gesto più che l'esito, peraltro troppo legato al fato.

Anche il giudizio su Rigoni mi pare severo: è vero che si è visto poco, ma sono come quegli attori cui è riservato un ruolo secondario. Si vedono poco, ma è importante che quel poco lo facciano in modo sufficiente.

Sono assolutamente in disaccordo sull'insufficienza per Antonelli. E per una serie di motivi su cui evito di dilungarmi. Dico però che il solo fatto di aver contenuto Biabiany è già nota di merito.

Concordo invece sullo scarso contributo di Vargas e sulla opaca prestazione di Kucka, oltremodo confusionario. Quando poi imparerà, nei disimpegni o nelle impostazioni a metà campo, a passare la palla al compagno libero anzichè lanciarsi a testa bassa in tentativi di dribbling o di sfondamento dall'esito negativo sempre scontato, ne guadagneranno il Genoa e la sua prestazione individuale.





Per informazioni potete contattare l'indirizzo e-mail admin@genoadomani.it