Benvenuto su Genoadomani
9679378
visitatori
(sito attivo dal
31 Agosto 2004)

In questo momento ci sono 64 visitatori e 1 utenti registrati
Totale utenti registrati: 761
· ritorno al futuro
· la redazione
· torna alla homepage
· cerca nel sito:
il Grifone in campoBorriello, il trascinatore di un Grande Genoa
06/05/2013

 

GENOA      4   9' Floro Flores, 30' Borriello, 54' Borriello, 70' Bertolacci

PESCARA  1  35' Sculli

 

Il Genoa cerca di staccare le squadre coinvolte nella lotta per la salvezza, nel turno precedente riesce a far sua l'intera posta sul campo del Chievo, oggi sono d'obbligo i tre punti al Lugi Ferraris.

 


In settimana il Presidente carica i giocatori, per non rischiare di perdere la concentrazione e cercare di continuare la striscia di vittorie che significherebbe la permanenza in serie A.

La partita finisce 4-1 per il Genoa che contro un Pescara rimanneggiato riesce a far valere la legge del Ferraris che da un pò di tempo non veniva applicata.

Dopo un un inizio del Genoa il gioco delle due squadre ristagna a centrocampo , complice l'imprecisione dei passaggi . Al 19' il Genoa va in vantaggio dopo una punizione su un fallo su Floro Flores, batte la punizione Bertolacci di testa Manfredini indirizza verso il centro dell'area e Floro Flores fa secco Perin. Dopo circa dieci minuti il Genoa raddoppia con Borriello, che riceve da Portanova, addomestica la palla si accentra e con il sinistro la spedisce in rete facendo accarezzare il palo alla destra di Perin. Al 35' Sculli fa il gol del ex che riapre la partita.

Nel secondo tempo il Genoa è l'unica squadra in campo, e al 9' Borriello dopo uno scambio con Bertolacci fa tris per il Genoa , la manovra della squadra di casa risulta più fluida e fa girare la palla e va vicino al poker in più occasioni, che viene al 25' ad opera di Bertolacci, che riprende la respinta di Perin ed insacca. Il Genoa controlla la partita ma fino alla fine ma non succede più niente.

Per trovare l’ultima vittoria al Ferraris bisognava tornare al 17 febbraio, colpo di testa di Kucka e 1-0 all’Udinese. I risultati dagli altri campi sono tutte notizie positive per i rossoblù: Palermo sconfitto dalla Juve che diventa campione d’Italia e Catania che batte il Siena. Ora il Genoa è quart’ultimo in classifica e il Torino è solo a un punto.

Nel momento cruciale della stagione, Marco Borriello ha di nuovo preso per mano il Genoa e lo ha portato alla vittoria per la seconda volta in sette giorni. Dopo il gol da tre punti di Verona, il centravanti ha firmato due delle quattro reti con cui il Genoa ha battuto oggi il Pescara degli ex Sculli e Perin ed è scattato davanti al Palermo nella corsa infinita per la salvezza.

Adesso il Genoa sembra si sia liberato del "vitello" quindi dopo la partita di oggi dovrebbe andare a Torino per continuare la serie positiva senza paura come ha dimostrato oggi con la squadra del Pescara.

Le formazioni

Genoa (4-3-1-2): Frey; Granqvist, Portanova, Manfredini, Antonelli (76' Moretti); M. Rigoni, Matuzalem, Vargas (58' Tozser); Bertolacci; Borriello, Floro Flores (60' Immobile).
A disp.: Tzorvas, Donnarumma, Cassani, Bovo, Nadarevic, Pisano, Jankovic, Jorquera. All.: Ballardini

Pescara (4-2-3-1): Perin; Zanon, Capuano, Cosic (59' Bianchi Arce), Balzano; Rizzo, Togni; Sculli, Cascione (85' Bjarnason) , Di Francesco; Sforzini (58' Abbruscato).
A disp.: Falso, Zauri, Bocchetti, Vukusic, Celik, Caraglio. All.: Bucchi

Arbitro: Gervasoni

 

Massimo Burlando

 



Questo articolo è stato visualizzato 503 volte

 
"Borriello, il trascinatore di un Grande Genoa" | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Stai visualizzando i commenti del giorno //




Per informazioni potete contattare l'indirizzo e-mail admin@genoadomani.it