Benvenuto su Genoadomani
8264534
visitatori
(sito attivo dal
31 Agosto 2004)

In questo momento ci sono 55 visitatori e 1 utenti registrati
Totale utenti registrati: 760
· ritorno al futuro
· la redazione
· torna alla homepage
· cerca nel sito:
il Grifone in campoIl Genoa capitola nell’ultimo quarto d’ora
01/09/2014

 

 

 

Genoa  C.F.C.                        1

(40’ I t. Pinilla)

 

S.S.C. Napoli                         2

(3’ I t. Callejon; 50’ II t. De Guzman)

 

 

Genoa: Perin; De Maio, Burdisso, Marchese; Edenilson, Sturaro (37’ II t. Mussis), Rincon, Antonelli; Kucka (29’ II t. Ragusa), Pinilla, Perotti (24’ II t. Falque).

 

Napoli : Rafael; Maggio, Koulibaly, Albiol, Zuniga; Jorginho, Inler, Insigne, Hamsik (29’ II t. De Guzman), Callejon (19’ II t. Mertens); Higuain.

 

Arbitro: Banti da Livorno

Ammoniti:  7’ II t. Marchese, 9’ Sturaro, 31’ Albiol, 35’ Ragusa.

 

 

 

 

 

 


 

Povero Genoa. Il Napoli ha segnato subito, alla prima azione, con irrisoria facilità. Il Genoa si è dannato, è riuscito a bloccare il forte attacco degli azzurri, ha preso prevalenza, non aveva le tecniche manovriere collaudate degli avversari ma ha fatto centrate una dopo l’altra verso la testa di Pinilla, questi, che doveva vincere le frapposizioni di Kucka, era bravo a girarle in porta e alla fine del tempo è stato più che bravo, il colpo di testa fu perfetto e il pareggio fu raggiunto. Evviva, la fatica fu grande ma siamo 1-1 e ora ce la giochiamo.

 

Nel secondo tempo certamente il Napoli sarà stanco e infatti il Genoa pressa di più, per mezz’ora sembra padrone della partita.

 

E poi, che succede?

 

Fatte tutte le sostituzioni da parte di entrambe le squadre, contro il Genoa che non regge più riappare la manovra del Napoli che si fa sempre più schiacciante. I nostri non riescono a reagire, a trattenere la palla. Davanti alla nostra porta avviene un paio di miracolosi salvataggi, spaventi micidiali uno dopo l’altro, Fino a quando, al momento estremo, il Napoli realizza la marcatura decisiva, più che matura, fatale.

 

La vicenda della partita non è la cosa più importante. Dovrei invece capire quali sono i meccanismi che improvvisamente sono saltati e raccontare le presentazione dei nuovi giocatori. Per riuscirci, dovrei essere molto intelligente. Ma perché affannarsi? Il tempo ci dirà tutto.

 

Abbiamo ammirato Perotti: un giocatore di levatura superiore. Si vede già dal modo di muoversi, di ispirare l’azione a palla lontana. La sua sistemazione sul lato destro dà un respiro laterale ma questo respiro manca nella zona critica centrale. Di conseguenza mi è sembrato quasi sacrificato. Sostituito, è uscito tra gli applausi.

 

Ancora, molte note promettenti. Si capisce che la squadra ha già dei valori, senza essere ancora molto affiatata. E poi ci sono arrivi di nuovi giocatori.

 

Il secondo in classifica a ricevere attenzioni del pubblico, dopo Perotti di cui detto, fu l’arbitro Banti. Il nostro pubblico è formato da esperti e sull’arbitro Banti da tempo si è fatto le sue idee. Quindi, generosamente, sorvolerò. Soltanto su un paio di formalismi farò un accenno. Ripetutamente ha fischiato fuorigioco mentre la palla usciva dal campo irraggiungibile: chissà cosa avranno pensato i tifosi partenopei, beffati a Bilbao da un fuorigioco attivo non fischiato. Abbiamo poi assistito a una rimessa dell’arbitro consegnata al Napoli che ha immediatamente iniziato l’azione: tutto bene, è regolare, ma non siamo più abituati a vederlo, avviene normalmente una procedura non prevista da nessun regolamento (pertanto la considero abusiva) di riconsegna della palla agli avversari, si tratta per me di un mistero.

 

Concludo con una sola parola sull’avvenire: FIDUCIA.

 

 

 

Vittorio Riccadonna

 

 

 

 



Questo articolo è stato visualizzato 471 volte

 
"Il Genoa capitola nell’ultimo quarto d’ora" | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Stai visualizzando i commenti del giorno //




Per informazioni potete contattare l'indirizzo e-mail admin@genoadomani.it