Benvenuto su Genoadomani
8270903
visitatori
(sito attivo dal
31 Agosto 2004)

In questo momento ci sono 44 visitatori e 0 utenti registrati
Totale utenti registrati: 760
· ritorno al futuro
· la redazione
· torna alla homepage
· cerca nel sito:
il Grifone in campoUn bel Genoa s'inchina solo a Tevez
22/03/2015

 

Juventus FC 1 (pt. 25' Tevez)

 

Genoa CFC    0

 

Il Grifone gioca alla pari con i campioni della Juve, ma subisce uno straordinario gol di Tevez, vale a dire da quello che è, probabilmente, il miglior giocatore del campionato italiano. Una prestazione quella del Genoa quasi al livello di eccellenza, il delta in meno è per la poca concretezza in area di rigore avversaria (rimpiangeremo mica Matri?), però il poco lavoro di Buffon è certamente anche merito di una difesa dei gobbi davvero forte. Infortunio a Perin sostituito da Lamanna che para il suo secondo rigore. 

Il gol di Carlitos Tevez, il 16° in campionato. Ansa

Nutrita, calorosa ed ammirata la presenza all'Olimpico della nostra tifoseria.


JUVENTUS (3-5-2) Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (dal 26' s.t. Pepe), Pereyra, Marchisio, Vidal (dal 42' s.t. Sturaro), Padoin; Tevez, Llorente (dal 26' s.t. Matri). (Storari, Rubinho, Ogbonna, Vitale, Evra, Coman). All.: Allegri.
GENOA (3-5-2) Perin (dal 6' s.t. Lamanna); Roncaglia, Burdisso, De Maio; Edenilson, Bertolacci, Kucka, Bergdich; Niang (dal 1' s.t. Borriello), Perotti, Lestienne (dal 20' s.t. Laxalt). (Sommariva, Tambè, Izzo, Marchese, Pavoletti, Costa, Mandragora). All.: Gasperini.
NOTE spettatori 39.919. Al 17' s.t. Lamanna para un rigore a Tevez. Ammoniti Perotti (G), Roncaglia (G), Bertolacci (G), Borriello (G), Bonucci (J). Recuperi: 1' p.t.; 3' s.t.
 
Dopo il tabellino alcune osservazioni.
 

Al solito Gasperini sorprende un po' tutti con la formazione schierando Lestienne al posto di Iago Falque.

 

Ancora in panca Borriello, conferma, invece, per l'acciaccato Niang che, dopo i fuochi d'artificio delle prime partite, ora ricorda il giocatore abbastanza anonimo visto con la maglia rossonera, questa volta, probabilmente, è stato condizionato dalle non perfette condizioni fisiche.

 

Patita l'assenza di Iago? 

 

Probabilmente sì, visto che è lui il nostro capo cannoniere in stato di servizio.

 

Magari la Juve era anche un po' stanca e scarica sia fisicamente sia mentalmente, ma credo che a Torino ben poche altre squadre siano riuscite a mettere tanto in difficoltà i campioni d'Italia, spesso schiacciati nella loro area costretti a difendersi in 11.

 

O.k. gli elogi e le pacche sulle spalle fanno piacere, ma senza i punti...

 

Questa volta dobbiamo dare fare i complimenti alla difesa che ha retto bene giocando con autorità, limitando gli errori, senza dire del "solito" Lamanna oramai specialista dei rigori parati a freddo, ad oggi due su due!

 

 

A centro campo siamo forse stati addirittura superiori agli avversari, con il contributo dei soliti Bertolacci e Kuco ben supportati da Edenilson sulla destra ed un Bergdich in crescita nell'altra fascia, ma ancora di più da un Perotti ovunque, bravo anche nel pressing alto, chiaro che alla fine era un po' in riserva, però, dopo Tevez, è stato lui il giocatore più ammirato oggi sul prato dell'Olimpico.

 

A questo nostro elegante e straordinario giocatore argentino, forse, manca solo la "cattiveria" del suo connazionale.

 

Per esempio, se nel finale si fosse avventato con la giusta determinazione e rabbia su quel cross di Roncaglia avrebbe o segnato lui o costretto Barzagli all'autogol, altro che quel salvataggio miracoloso. 

 

In ogni modo a Perotti, nostro gran numero 10, un bel otto non si può negarglielo.

 

Conclusione, archiviata la grigia parentesi del Chievo (?!?) questa squadra continua a dare spettacolo ed a farci divertire: da astemio posso fare la, per altri versi nota, domanda: cosa vogliamo di più dalla vita?

 

 

Nuova trasferta di massa della tifoseria rossoblù che si è fatta ammirare per il calore e le coreografie, nienta da dire su quel versante siamo sempre i migliori!

 

Alè!

 

Giancarlo Rabacchi 

 

PS. Per le foto si ringrazia la Gazzetta dello Sporto, il Secolo XIX e Tuttomercatoweb

 



Questo articolo è stato visualizzato 578 volte

 
"Un bel Genoa s'inchina solo a Tevez" | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Stai visualizzando i commenti del giorno //




Per informazioni potete contattare l'indirizzo e-mail admin@genoadomani.it