Benvenuto su Genoadomani
9068016
visitatori
(sito attivo dal
31 Agosto 2004)

In questo momento ci sono 58 visitatori e 0 utenti registrati
Totale utenti registrati: 760
· ritorno al futuro
· la redazione
· torna alla homepage
· cerca nel sito:
il Grifone in campoUtile puntello da una partita ardua
25/01/2016




Hellas Verona F.C.. . . . . . . . . . . 1
(39’ I t. Pazzini)

Genoa C.F.C. .. . . . . . . . .. . . . . . 1

1(19’ I t. autogol Coppola)



Una gara molto temibile – ingannevole la classifica!.

Quante volte, in un passato non più molto vicino, far visita a squadre pressiché disperateha significato andare incontro alla sconfitta e al rilancio dei padroni di casa.

Hellas ha messo in campo tutta la combattività di cui è capace ed è stata tutta una sequela di scontri fisici che fortunatamente sono stati controllati dall’arbitro Rocchi, sul cui operato non abbiamo alcuna ragione di lamentela.



 


La gara ha avuto due fasi. Nel primo tempo il Genoa ha marcato un’evidente superiorità di manovra, la quale tuttavia si spegneva nelle vicinanze della porta veronese: la scarsa penetratività dei rossoblù (in maglia bianca) è stato il limite che non ha permesso di rendere vittoriosa la nostra superiorità tecnica.

Il secondo tempo è stato gocato tutto in difesa, lasciando alla furia agonostica dei galloblù il possesso del campo.

Pertanto se un’indagine superficiale porta a valutare buono il primo tempo del Genoa e scarso il secondo, tuttavia efficace è stata la difesa nel secondo, poco efficiente il predominio del primo.

Il Genoa era andato in vantaggio su calcio di punizione (concesso forse con larghezza) ben congegnato secondo uno studio in allenamento, poi fortunato perchè il tiro di Suso rimbalzò, dal palo basso a sinistra del portiere, sul portiere stesso e poi percorrendo la linea di porta rasoterra la varcò.

Il pareggio avvenne per difesa spiazzata dei genoani su azione larga degli avversari, che sulla loro sinistra superarono un Di Maio decentrato e trovarono al centro Fazzini libero.

Un pallone respinto di braccio in area genoana nel secondo tempo rappresenta un interessante documento sulla questione dei giudizi sulla volontarietà dei falli di mano.



Vittorio Riccadonna



Hellas:
Coppola; Sala, Moras, Helander, Pisano; Wszolek (36' II t. Jankovic), Greco (12' II t. Siligardi, Hallfredsson, Rebic (II t. Gomez); Ionita; Pazzini.
Genoa: Perin; Munoz, De Maio, Izzo; Ansaldi, Rincon, Dzemaili (14' II t.Rigoni), Laxalt; Suso (14' II t. Cerci), Pavoletti, Perotti (22' II t. Marchese).
Arbitro: G.Rocchi da Firenze.
Ammoniti: Pisano (V), Dzemaili, De Maio (G).




Questo articolo è stato visualizzato 453 volte

 
"Utile puntello da una partita ardua" | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Stai visualizzando i commenti del giorno //




Per informazioni potete contattare l'indirizzo e-mail admin@genoadomani.it