Benvenuto su Genoadomani
9679353
visitatori
(sito attivo dal
31 Agosto 2004)

In questo momento ci sono 62 visitatori e 1 utenti registrati
Totale utenti registrati: 761
· ritorno al futuro
· la redazione
· torna alla homepage
· cerca nel sito:
dalla redazioneUn progetto dismesso
28/09/2022


La stagione scorsa, la nuova proprietà del Genoa tracciò una linea innovativa, dapprima sotto Scevcenco, quindi attraverso la linea 777/Spors/Blessin, basata su:
- atleti giovani
- mercati stranieri, con abbandono dei procuratori sul mercato itaiano
- alta preparazione fisica
- gioco di pressione sull’avversrio
- un gioco nuovo per l’Italia per velocità.


Almeno così capivo da quanto detto, e l’idea piaceva.
Dato avvio al programma, la dirigenza con singolare insipienza non vide o non seppe sanare una palese lacuna nella squadra e così provocò la discesa in B, con concause di altri fattori (penso ad esempio alla malefica coppia Banti/Di Bello); quando invece un certo fabbricante di giocattoli di scarsa cultura internazionale aveva saputo reperire in passato fior di attaccanti.
Sbarcati in Serie B, ha fatto un cambiamento completo di idee:
- ha parlato di miscela di giocatori giovani e anziani;
- ha desiderato giocatori esperti della Serie B;
- ha allontanato Spors, che era il riferimento di Blessin anche linguistico oltre che tecnico, sostituito da un tornese;
- s’è rivolta al mercato italiano.
Proprio tutt l’opposto del piano primitivo.
L’allenatore Blessin è rimasto confuso nelle proprie idee di origine e forse la squadra pure.
Così io vedo Blessin come una vittima.
Non voglio sostenere l’una piuttosto che l’altra strategia, né fare critiche negative (non ne sarei all’altezza). La nuova strada può essere ottima. La mia è solo l’osservazione di una notevole discontinuità nella barra del timone.

VittorioRccadonna



Questo articolo è stato visualizzato 167 volte

 
"Un progetto dismesso" | 3 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Stai visualizzando i commenti del giorno 01/10/2022


fattori decisivi?
di Franci il 01/10/2022 13.23

allora, decisivo per decisivo, ti dico quale per me è stato il fattore davvero decisivo: il rigore non realizzato da Criscito all'ultimo minuto.
Con quel pareggio, saremmo andati a 29 punti: l'ultima giornata, essendo aritmeticamente ancora in corso, avremmo giocato in contemporanea con Cagliari e Salernitana e con i campani sotto di due gol dopo venti minuti, mi ci gioco tutto quello che ho che il Bologna lo sbranavamo vivo:
classifica finale: Genoa 32, Salernitana 31, Cagliari 30.
ma mai, neppure per un istante e neppure ora a distanza di tempo, mi permetto di rivolgere anche la minima accusa a Criscito e ritenerlo responsabile.
Prova un po' a ragionare su questi dati, oggettivi, e poi vedi di non andare a cercare a tutti i costi un colpevole. O più colpevoli





Per informazioni potete contattare l'indirizzo e-mail admin@genoadomani.it