Benvenuto su Genoadomani
9747095
visitatori
(sito attivo dal
31 Agosto 2004)

In questo momento ci sono 33 visitatori e 0 utenti registrati
Totale utenti registrati: 761
· ritorno al futuro
· la redazione
· torna alla homepage
· cerca nel sito:
dalla redazioneUna serata memorabile, anche quella di alcune rivincite
20/05/2023

Si davvero serata memorabile da consegnare alla storia, il cui copione di svolgimento non può che essere stato scritto in cielo.
E’ stata la serata anche di alcune rivincite.


Mi riferisco agli autori dei 4 spettacolari gol che ci hanno deliziato.
Intanto quello strepitoso di Gudmundsson la cui crescita esponenziale, soprattutto come realizzatore, ma non solo, è stata impressionante.
No, Vi prego, non ditemi che ha giocato nella serie cadetta, come diceva spesso Pippo, piace ricordare anche lui in questa straordinaria giornata, ma non solo lui, nel calcio la cosa più difficile è fare gol, indipendentemente dal tipo di campionato.
Tra l’altro, non so Voi, a me la difesa del Bari è sembrata, non certo impenetrabile, ma neppure proprio peregrina, per esempio a Coda non hanno permesso di toccare palla.
Parlando di rivincite, oltre al talentuoso Gabriel islandese che, ricorderete, per qualcuno non era neppure un giocatore di calcio e poi dalli a Johannes Spors che dove lo era andato a prenderlo, ecc., ecc., :-)), penso soprattutto anche a Sabelli e Ekuban, due tra i nostri giocatori più “crocifissi” dai soliti “sapientoni”.
Su Sabelli, lo ammetto, io stesso avevo avuto all’inizio non poche perplessità, lo avevo paragonato al Lazovic prima maniera, quello che sbagliava sempre l’ultimo passaggio e che non vedeva mai la porta.
Il gol di ieri, dopo i precedenti salvataggi sulla linea di porta, gli assist al bacio ai compagni, è stata la ciliegina sulla torta della sua altrettanto significativa crescita, di più, in estrema sintesi, la gestione del nostro gioco sulle fasce è stata praticamente affidata tutta a lui.
È oramai diventato un giocatore maturo per la serie A e non solo come rincalzo.
In questa galleria di “rivincitori” merita un posto anche Ekuban, che ieri sera ha offerto davvero una grande prova, forte coriaceo, bravo a difendere la palla e a far salire la squadra, il ruvido stopper del Bari, che sino a li aveva retto abbastanza, entrato lui è finito subito in affanno, poi, finalmente, è arrivato anche un suo gran bel gol di sinistro, con un tiro imparabile sempre alla sinistra dell’esterrefatto portiere barese.
Ekuban, dai, proprio un brocco magari anche no.
Ora arriviamo al clou della serata, il gol su rigore di Mimmo, un anno dopo, davanti alla sua stessa gradinata, che prima di tirare ha guardato e poi ha spiazzato il portiere.
Mario prima che tirasse ha mormorato” se sbaglia, pazienza”, io no, no, questo rigore Criscito lo deve segnare.
Come ha detto Mimmo stesso, con una immagine davvero bella e appropriata, ecco in quei momenti, quando per 10 minuti è caduta la pioggia, anche il cielo, come non pochi di noi, si è messo a piangere di gioia.
Da restare senza parole, tutto troppo bello.
Last, but not least, i tifosi, nelle gradinate, nei distinti, nella stessa Tribuna, dove giravano ex direttori di banca vestiti da sceicchi :-)), un divertimento, una goduria senza limiti, spuntavano come i funghi cartelli e striscioni “Giù le mani dalla SamBdoria” :-)), “Giù le mani da Ferrero” :-)), e avanti tutta di questo passo.
Dopo quello subito e ingoiato lo scorso anno, ci voleva proprio una serata liberatoria e di sfogo come quella vissuta ieri sera dal popolo rossoblù, arrivo persino, date queste premesse, a sorvolare sulla bara rivestita multicolor che hanno trasportato nei distinti dalla Nord verso la Sud.
Si forse si sarebbe potuto evitarlo, magari per il particolare momento che vivono in queste ore in Emilia, ma in certi momenti e in circostanze eccezionali qualche eccesso di goliardia può anche scapparci.
Credo sia il caso, in conclusione, di affermare che ieri sera a Genova è andato in scena non poco del Carnevale di Rio, evvai, con tanto di partecipazione straordinaria di un bel esemplare di Dromedario, immagino in omaggio ad un certo Al Thani, se si vuole una vera e propria americanata.
Si, detto non solo in omaggio e gratitudine nei confronti dei 777 Partners che tutto questo hanno propiziato, grazie Josh uno di noi :-)), ma anche perché è nota la filosofia che ha sempre caratterizzato i film holliwoodiani, vale a dire IL LIETO FINE.
Forza Genoa, sempre.

Giancarlo Rabacchi

Questo articolo è stato visualizzato 165 volte

 
"Una serata memorabile, anche quella di alcune rivincite" | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Stai visualizzando i commenti del giorno //




Per informazioni potete contattare l'indirizzo e-mail admin@genoadomani.it