Benvenuto su Genoadomani
8559359
visitatori
(sito attivo dal
31 Agosto 2004)

In questo momento ci sono 70 visitatori e 0 utenti registrati
Totale utenti registrati: 760
· ritorno al futuro
· la redazione
· torna alla homepage
· cerca nel sito:
il Grifone in campoCaldo non più di agosto, ora è diverso
13/04/2024


XXXII giornata : lunedì 15 aprile 2024, ore 18,30
ACF FIORENTINA   -   GENOA C.F.C.         1-1


Porte : 40’ I t. Guðmundsson (rigore); 9’ II t. Ikoné (testa)

VAR vario.

FIORENTINA : Terraccino; Kayode, Martinez Quarta, Ranieri, Parisi; Bonaventura (cap.; 39’ II t. Milenković [v.c.? impossibile]), Duncan (II t. Arthur); Ikoné, Beltran (10’ II t. Kouamé), Sottil (10’ II t. Nico Gonzalez); Belotti (10’ II t. Mandragora).
GENOA : Martinez; De Winter, Bani (v.c.), Vásquez; Sabelli (16’ II t. Spence), Badelj (cap.; 35’ II t. Strootman), Frendrup, Messias (44’ I t. Thorsby, infortunio), Martin (16’ II t. Haps); Guðmundsson, Ekuban (16’ II t. Retegui).
Arbitro : D. Di Marco da Ciampino, esordiente in serie A.
Ammonizioni : Spence, Ranieri, Bani.
Divise : Fiorentina in completo viola; Genoa indossa maglia bianca con colori rossi e blu sulle clavicole, calzoncini rossi con del blu fiancale, calzettoni bianchi. Bani è mascherato.
Partita : Vivacizzata da diversi episodi trattati fuori dal campo. Al 20’ I t. una marcatura di Belotti viene convalidata e poi annullata per fuorigioco di quelli analitici. Il calcio di rigore a fine I tempo a favore del Genoa, chiaro e immediato, passa anch’esso sotto le immagini reziali. Un secondo rigore a favore del Genoa, subito assegnato per una specie di colluttazione in reciproco tra Retegui e il suo marcatore, viene disdetto dall’arbitro dopo aver guardato lo schermo. Tutto sommato l’arbitro se l’è cavata bene; qualcuno rimpiange il gioco vecchio privo del pepe delle var-interruzioni. Dal punto di vista tecnico non è stata una grande partita. La Fiorentina, in formazione incompleta per colpa di Europa, ha avuto alquanto una supremazia specie verso il finale ma non è stata efficace in attacco. Negli ultimi minuti abbiamo assistito a un combattimento fisico. Il Genoa ha attaccato meno ma più pericolosamente sfiorando il successo (Ekuban di testa) ma sbagliando la conclusione. In sostanza nessuna delle due squadre ha meritato di vincere, il che significa che il pareggio è equo – e, aggiungiamo, sodisfacente.

Questo articolo è stato visualizzato 68 volte

 
"Caldo non più di agosto, ora è diverso" | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Stai visualizzando i commenti del giorno //




Per informazioni potete contattare l'indirizzo e-mail admin@genoadomani.it